Motobloggers.com

La Rete di Blog dei Motociclisti … iscriviti e partecipa anche tu!

Kit molle più rigido

MonoUna fra le modifiche possibili sulla nostra moto senza stravolgerne l’aspetto prettamente turistico è il cambio delle molle.  Per quanto mi riguarda, stanco di soffrire per una forcella molto morbida, ho voluto intraprendere questa strada, condivisa poi con altri due amici motociclisti.
Lo scorso inverno abbiamo acquistato un Kit completo della HYPERPRO che comprendeva, molle forcelle e mono entrambi progressivi, con un K (cioè costante elastica delle molle) maggiorata rispetto all’originale. Infatti nella configurazione originale le forche hanno un K lineare variante dai 75 in fase di inizio compressione per finire poi a circa 90 Kg, con molle quasi a pacco,come anche il posteriore ha un K iniz.di 90 – fin.di 140 Kg
Ribadisco, la nostra moto è un mezzo vocato più per un turismo rilassato che per un turismo veloce. Infatti le caratteristiche telaistiche ci portano a lottare con un peso di certo non piuma, ed un intrasse elevato. Tutte queste caratteristiche si evidenziano benissimo quando si attraversano passi di montagna con tornanti molto stretti, con passeggero e bagagli al seguito.
Vediamo di enunciare i principali vantaggi del KIT.
Si possono affrontare le curve con maggiore sicurezza specie quando si va un pochino più allegri del solito. In uscita dalle curve con gas aperto non tenta ad allargare la traiettoria, ma anzi la mantiene, in frenata è più stabile non si ha più la sensazione di toccare la ruota anteriore col manubrio, in più cosa non di poco in frenate fatte percorrendo tratti di strada in discesa l’eventuale passeggero interferisce meno col pilota riducendo i conosciuti disaggi.

Per quanto riguarda le carattaristiche tecnomeccaniche del Kit, le molle forcelle si presentano di qualche (mm) più lunghe delle originali. Assicuro che tale differenza non si avverte, poichè non incide in nessun modo sulle caratteristiche dinamiche della moto. Sul mono la molla progressiva, è un po più rigida dell’originale, tanto che a parità di precarico il posteriore è poco più rigido, ma non va mai ad inficiare sulle caratteristiche turistiche del mezzo, anzi alza di poco il posteriore conferendo una leggera agilità.
Per quanto riguarda il tipo di olio e quantità direi che è bene seguire le indicazioni date dal costruttore. Se si vuole una forcella ancora più sostenuta si devono apportare delle radicali modifiche all’idraulica, dove la spesa da sostenere non rispecchia la categoria di moto.
Però, consiglio di spessorare di 3mm le forcelle in modo da umentare un pelino il precarico iniziale, volendo si può usare un olio con densità maggiore rispetto a quello consigliato da loro (SAE 15W), utilizzando un SAE 20 W, (consigliato per il modello 99) infatti la scelta che ho fatto si è orientatata su quest’ultimo tipo di olio. Sento la ruota trasmettere meglio le condizioni della strada, anche se un po di confort è stato ridotto.

Galleria di foto gentilmente offerta da Axilot.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*